Pubblichiamo volentieri questa letterina del 4/6/2018 di Elena e Federico, alunni della 4C della B. Bizzi che hanno partecipato alla II° edizione del Concorso Che Montagna Ragazzi e ….aspettano con ansia la nostra risposta.

 


“Cara Maria Teresa, ti ringraziamo di averci insegnato ad usare la bussola e ti ringraziamo di averci fatto scoprire e imparare l’azimut. Grazie della tua disponibilità e del tuo impegno da parte della 4°C.

Noi siamo Federico e Elena e ti vogliamo bene, ma anche tutta la classe ti vuole un universo di BENE. Scusa se abbiamo scritto molte volte grazie ma ne vale la pena. Per ancora una volta ti ringraziamo per averci invitato al concorso del CAI e per aver premiato alcuni di noi. La caccia al Tesoro che ci hai preparato era bellissima e anche molto divertente.

Io, Elena, personalmente ho imparato a fare molte cose che solo con te ho scoperto l’esistenza. Ho scoperto che i segni rossi sull’albero avevano un significato che prima non sapevo, ho scoperto il nord, il sud, l’ovest e il sud e sono riuscita ad ambientarmi meglio.

Anche Federico ha scoperto molte cose che prima non sapeva. Ti mandiamo baci, saluti e tanti applausi all’INFINITO!

Aspettiamo con ansia la tua risposta.”

Carissimi Elena e Federico e cari alunni della 4°C, anche questa volta siete voi bimbi ad sorprenderci e a riempirci il cuore di gioia con le vostre parole e la vostra manifestazione di affetto, assolutamente inaspettati. Sapete… le cose inaspettate sono le più belle e la vostra lettera è il premio più appagante per tutti noi del CAI. Sono veramente felice e commossa e ciò che mi fa piacere è sapere che abbiamo lasciato un segno positivo, proprio come quel segno rosso sugli alberi che orienta e guida. Il vostro sorriso, i vostri applausi tutte le volte che entravo nella vostra classe e le vostre domande curiose e attente hanno lasciato un piacevole segno anche su di me, Andrea, Paolo e tutti i miei colleghi del CAI che hanno avuto il piacere di stare insieme a voi. Sono certa che ci vedremo il prossimo anno scolastico, nel frattempo godetevi le vostre meritatissime vacanze e guardate con occhi diversi l’ambiente montano sempre con passione, rispetto e curiosità. Un abbraccio e un bacione.

Maria Teresa e tutto lo staff del CAI

(cliccate sull’immagine per visualizzarla ingrandita)