Header image alt text

C.A.I. Imola

Club Alpino Italiano – Sezione di Imola – cai@imola.it

FLORA DELL’APPENNINO TOSCO-ROMAGNOLO

Posted by Giannino on 24 aprile 2017
Posted in Info istituzionali 

A partire da metà maggio sarà disponibile l’atlante fotografico “Flora spontanea dell’Appennino Tosco-Romagnolo” redatto dai nostri soci Roberto Paoletti e Antonio Zambrini.

Il volume, che può trovar posto facilmente nella tasca esterna dello zaino, con rilegatura resistente, vuole essere uno strumento per gli escursionisti e gli amanti della montagna per identificare, anche in assenza di cognizioni di botanica, i fiori delle nostre vallate, luoghi dove sono state scattate le foto delle oltre cinquecento piante prese in esame.

Le specie sono ordinate sulla base del periodo della fioritura, quando è più facile identificare un vegetale. Un’altra iniziativa che evidenzia l’impegno della nostra sezione nell’ambito della conoscenza della montagna, nel 90esimo anniversario della fondazione.

Presso la sede, il libro sarà in vendita, ai soci, al prezzo scontato di € 20.

 

 

 

Su invito del Presidente CAI Emilia Romagna e della SOSEC (Struttura Operativa Sentieri e Cartografia CAI) si chiede mano d’opera volontaria per ripristino rete sentieristica nelle zone colpite dal terremoto in Centro Italia.
Turni di qualche giorno max una settimana in collaborazione con le sezioni locali.
I volontari potranno usufruire dell’alloggio nelle tende della Protezione Civile.
Contattare Sante tel 345 5943608 – mail santepoppini@gmail.com

Filmato per il 90° del CAI di Imola

Posted by Giannino on 2 aprile 2017
Posted in Info istituzionali 

FILMATO. Filmato per il 90° del CAI di Imola, realizzato da Massimo Pieni
Durata 9:04 – Attiva l’audio!
Per vederlo a schermo intero fallo partire e poi premi il quadratino, in basso a destra nel video

I RAGAZZI E LA MONTAGNA – PREMIATE LE CLASSI IN CONCORSO

Posted by Giannino on 30 marzo 2017
Posted in Info istituzionali 

‘Che Montagna Ragazzi’… e che entusiasmo nella serata del 28 marzo in piazza Matteotti animata da bambine, bambini, insegnanti, genitori per la premiazione del concorso riservato alle III e IV classi delle scuole elementari.

Il Cai di Imola ha festeggiato i suoi primi 90 anni con loro. E con il sindaco Daniele Manca che ha distribuito medaglie assieme all’assessora alla scuola Giuseppina Brienza.

Il concorso ha conquistato la cima, e in vetta si è piazzato l’elaborato presentato dalle quarte A e B delle Marconi premiate con le medaglie d’oro. Sotto il titolo ‘Uno sguardo sulle montagne’, un libro tridimensionale racconta tutto quanto fa montagna: le catene, la flora, la fauna, gli alpinisti e le loro imprese. Il Pop up book ha ottenuto il primo premio “per la varietà degli argomenti trattati e la presentazione elegante e precisa”: così ha concluso la giuria composta da Cristina Cicchetti, Raffaella Samorì, Massimo Pieni (in rappresentanza del Cai), dallo scultore Giovanni Bellettini e dalla giornalista Lidia Golinelli. Ma sono state premiate tutte le classi in campo per la natura. “È stata una grande fatica scegliere, io sono andata a vedere i lavori sei volte”, confessa la vicepresidente Maria Teresa Castaldi al pubblico radunato davanti ai tavolini di Opera Dulcis.

Al concorso che ha portato fra i banchi lo spirito del Cai hanno partecipato quattordici elaborati presentati da diciotto classi delle elementari Marconi, Casadio, Campanella, Pulicari, Rodari, Rubri, Bizzi. Fantasia e sensibilità si sono sciolte in disegni, collage, plastici, sottoposti al voto popolare (oltre duemila le preferenze online), a quello di un centinaio di soci e al verdetto della giuria.

Fra le poltroncine rosse è andato in scena un tifo da curva. Ma gli escursionisti in erba hanno saputo ascoltare. “Sono contento di vedervi qui, nel luogo più bello della città”, li  saluta il sindaco Manca. “La montagna – aggiunge – può rappresentare un ostacolo, comporta fatica e richiede conoscenza; è una scuola di vita, ci insegna che per un futuro migliore bisogna faticare. Anche il Cai è una scuola di vita, voglio rivolgere un grazie per questa iniziativa”. Dei programmi del Cai per i giovanissimi ha parlato la vicepresidente regionale Roberta Marchi ricordando come la montagna apra un mondo da godere oltre i telefonini.

Via alle premiazioni, e spuntano due premi speciali consegnati da due soci Cai di lunga militanza. Il libro animato realizzato alle Marconi ha ispirato Roberto Paoletti che, nel nome della sua amicizia con Reinhold Messner, ha consegnato alle classi un collage di foto dei grandi alpinisti. Il plastico dal titolo ‘Montagna, un mondo per il mondo’, firmato dalle quarte A e B delle Rodari, ha invece ispirato Romano Bacchilega, affascinato dalla rocca di Monte Battaglia che svetta in una valigia aperta sul mondo. “Su quei monti c’è stata la guerra, la montagna è anche storia”, ricorda Bacchilega donando ai ragazzi la pubblicazione ‘I sentieri della libertà’.

E’ socio del Cai imolese anche l’alpinista Giuseppe Pompili, terzo italiano ad aver ultimato le salite alle Seven Summits, le vette più alte in tutti i Continenti. E’ toccato a lui concludere la serata nella sala del Circolo Sersanti dove i brividi sono scivolati sul ghiaccio del fiume Zanskar, in Ladakh, India himalayana. Pompili ha raccontato in immagini il suo trek da Leh a Padum: in inverno, quando l’unica strada è il fiume di ghiaccio. E se scivoli dove ancora scorre l’acqua, il rischio è restare prigionieri del gelo. Ma lui non la chiama avventura: “È il modo per vedere da vicino come si vive in quei luoghi”.

 

 

(Foto: Massimo Pieni)

La Giornata internazionale della donna non poteva essere festeggiata nei migliore dei modi, con una grande protagonista della montagna, Anna Torretta.

Donna, mamma, architetto e alpinista con salite estreme su ghiaccio, misto e artificiale, spedizioni e solitarie, una persona veramente speciale. Read more

Presidenza del Consiglio Comunale di Imola – In occasione del 90° anniversario CAI, Sezione di Imola

DIALOGO CON ANNA TORRETTA
Guida alpina, alpinista con salite estreme su ghiaccio, misto, artificiale, spedizioni e solitarie…

Read more

Il corso, tenuto da Paolo Montevecchi, si terrà in tre serate:
30 marzo, 6 aprile e 13 aprile, ore 20:30, presso la sala “G. Bettini” – sede CAI Imola – via Cenni 2

Il corso, finalizzato all’approfondimento del programma OziExplorer, è patrocinato dal CAI, sezione di Imola.

Per dettagli clicca qui

Info: Paolo Montevecchi
tel 335 8010019

mail info@paolomontevecchi.it

Grande affluenza martedì 21 febbraio al Sersanti alla serata inaugurale del 90° anniversario della fondazione della nostra sezione di  Imola.

L’incontro, aperto alla cittadinanza,  patrocinato dall’Amministrazione  e dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Imola ha visto la partecipazione di Sindaci e Proloco dei comuni della Vallata, dei responsabili dell’Ente Parco Vena del Gesso oltre ai numerosi amici di Enti e Associazioni,  con i quali collaboriamo da anni in tante belle iniziative.

Un elegantissimo ed emozionatissimo Davide Bonzi,  nel ringraziare i presenti ricorda che  mai si sarebbe aspettato otto anni fa, quando si iscrisse per la prima volta al CAI, di dover ricoprire il ruolo di presidente e per giunta avere l’onore di celebrare questa ricorrenza. Sottolinea la sfida che ci aspetta nel prossimo futuro: attirare i giovani, valorizzare i sentieri del nostro territorio, il rispetto dell’ambiente.
Un breve video di foto inedite, montato da Massimo Pieni, ripercorre gli anni della nascita della sezione, i ruggenti anni ’60 e ’70 con dei  giovani e “capelluti” Zambrini e Valli, fino alle recenti attività sezionali.

Coi saluti di Fabrizio Miccoli, VicePresidente della Fondazione Cassa di Risparmio, supporter di varie iniziative del CAI, la parola passa alla Presidente del Consiglio Comunale Paola Lanzon che mostra con orgoglio le tessere CAI sua e del figlio, soci dal 2012. La Lanzon sottolinea l’importanza della nostra associazione come punto di riferimento nel territorio nella promozione, sviluppo e cultura delle attività legate alla montagna.

La Vice-Presidente del C.A.I. regionale Roberta Marchi  ricorda che il CAI non è solo escursionismo o alpinismo ma molto di più. Parla dei  corsi specifici e sul personale qualificato e titolato che opera nei vari settori, sui comitati scientifici in tema di ambiente, cultura, ricerca storica antropologica, nonché in tema di proposte di legge. Si sofferma sul soccorso alpino, sulle attività formative della  commissione medica e sulla  “montagnaterapia”, una piacevole novità. La cerimonia di apertura si chiude con lo scambio di gagliardetti che la Lanzon dona  al CAI regionale  quale riconoscimento del Comune di Imola all’attività svolta. Gagliardetto che a sua volta viene donato dalla Marchi alla nostra sede.

E’ la volta quindi di Martino Colonna, dinamico professore universitario, grande free rider bolognese con la passione per la montagna.  Numerose le spedizioni dal 1996 ad oggi nei cinque Continenti.  La sua proiezione racconta di un incredibile scialpinismo da spiaggia con sciate vista mare nelle valli glaciali della Groenlandia, in sperdute zone dell’Islanda, Canada e Alaska dove vi si arriva in barca e, una volta saliti fino alla cima di  docili vette, si discende fino ad arrivare con gli sci ai piedi in riva al mare (più o meno ghiacciato). Naturalmente certe discese a mare si possono fare anche in Sicilia, nell’Etna innevato o anche nella soffice sabbia del pendio del vulcano Stromboli. Sicuramente questa pratica è la più inaspettata.Bella serata, bell’inizio e buon Novantesimo a tutti!

(Maria Teresa Castaldi)

 

 

 

 

 

 

 

Iª edizione Concorso “Che Montagna Ragazzi”

Posted by Giannino on 30 gennaio 2017
Posted in Info istituzionali 

Al via 22 classi elementari imolesi per conoscere e amare l’ambiente montano

Il progetto: ideato da un gruppo di alpiniste della nostra sezione per celebrare i 90 anni della fondazione della nostra sezione,  coinvolge le classi elementari dei plessi scolastici di Imola, per la realizzazione di elaborati che mettano in risalto la creatività dei bambini e richiamino il tema dell’ambiente montano e delle attività del C.A.I. Destinatari le classi III e IV delle scuole elementari, i cui programmi didattici prevedono l’introduzione della conoscenza e scoperta dell’ambiente, in particolare quello montano. Read more

GeoResQ – Servizio d’inoltro delle richieste di soccorso

Posted by Giannino on 15 gennaio 2017
Posted in Info istituzionali 

GEORESQ. Dal 1° gennaio 2017 il servizio GeoResQ è utilizzabile gratuitamente da tutti i Soci del Club Alpino Italiano (in regola con il pagamento della quota associativa annuale).

GeoResQ è un servizio di geolocalizzazione e d’inoltro delle richieste di soccorso dedicato a tutti i frequentatori della montagna ed agli amanti degli sport all’aria aperta.

GeoResQ è stato sviluppato ed è gestito dal CNSAS, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e non è una semplice APP di tracciamento; GeoResQ è infatti pensato e realizzato con l’obbiettivo di consentire una risposta più rapida ed efficace della macchina dei soccorsi in caso di necessità. Read more