Print Friendly, PDF & Email

GEORESQ. Dal 1° gennaio 2017 il servizio GeoResQ è utilizzabile gratuitamente da tutti i Soci del Club Alpino Italiano (in regola con il pagamento della quota associativa annuale).

GeoResQ è un servizio di geolocalizzazione e d’inoltro delle richieste di soccorso dedicato a tutti i frequentatori della montagna ed agli amanti degli sport all’aria aperta.

GeoResQ è stato sviluppato ed è gestito dal CNSAS, Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e non è una semplice APP di tracciamento; GeoResQ è infatti pensato e realizzato con l’obbiettivo di consentire una risposta più rapida ed efficace della macchina dei soccorsi in caso di necessità.

L’APP è disponibile sugli store dei vari sistemi operativi (Android, iPhone e Windows Phone), si installa su smartphone, è poco invasiva ed offre funzioni chiare e intuitive (Posizione, Tracciami, Seguimi e Allarme).

Video di GeoResQ nel sito del cnsas: http://www.cnsas.it/georesq-app/


COME FUNZIONA GEORESQ.
Dettagli: http://www.georesq.it/come-funziona.html


COME SI ATTIVA GEORESQ.
Dettagli della procedura di installazione e attivazione: http://www.georesq.it/attiva.html


QUALCHE ULTERIORE DETTAGLIO.
Il servizio, operativo già da alcuni anni, dal 1° gennaio 2017 è utilizzabile gratuitamente da tutti i Soci del CAI.

Il cuore del sistema è la sua Centrale Operativa dedicata, attiva sette giorni su sette e

24 ore su 24, collegata con i servizi regionali del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e del 118/112.

Per installare gratuitamente l’APP il Socio dovrà semplicemente registrarsi sul sito www.georesq.it e sull’APP, scaricandola dallo store corrispondente al sistema operativo del proprio smartphone, da qui una funzionalità appositamente realizzata verificherà automaticamente – tramite l’inserimento del proprio Codice Fiscale – l’avvenuta iscrizione al Sodalizio e quindi la possibilità di attivazione gratuita del servizio.

Il servizio è abbinato alla persona, al proprio smartphone ed al proprio numero di telefono.
Il servizio prevede la possibilità di trasferire GeoResQ da uno smartphone ad un altro, ma l’efficacia del sistema ed in particolare dell’inoltro delle richieste d’aiuto è vincolata all’ utilizzo del proprio numero di telefono.

Per qualsiasi chiarimento ed ulteriori informazioni sull’attivazione del servizio GeoResQ o sulle sue funzionalità le Sezioni e i Soci potranno scrivere al seguente indirizzo e-mail: info@georesq.it.

 

AVVERTENZA – MANTENERE LE USUALI PRECAUZIONI.
Preventivamente:

– informare se si va soli;
– descrivere percorso;
– comunicare (es. messaggi) eventuali cambiamenti del percorso pianificato;
– comunicare orario limite per eventuale allarme.


AVVERTENZA – COPERTURA TELEFONICA E DATI.
Il servizio presuppone la copertura della rete telefonica e – sopratutto – della rete dati. Molte zone – compreso zone del nostro Appennino – potrebbero non essere adeguatamente coperte; di conseguenza l’efficacia del servizio si ridurrebbe fino ad annullarsi. Nel sito www.georesq.it l’argomento è dettagliatamente spiegato.


AVVERTENZA – CONSUMO BATTERIA.
La rilevazione costante della posizione e, sopratutto, l’utilizzo del servizio GeoResQ in modalità “TRACCIAMI”, utilizzano significativamente la batteria. L’argomento non va sottovalutato perché potrebbe pregiudicare – in caso di necessità – l’efficacia del servizio (nonché l’utilizzo tradizionale dello smartphone). Il problema è superabile con batterie aggiuntive.


ALCUNE ESPERIENZE.
Il servizio è già utilizzato da alcuni soci. Si tenga presente che, oltre all’obbiettivo principale di rendere più rapidi ed efficaci i soccorsi, GeoResQ offre (analogamente ad altri strumenti o app di navigazione):
– Registrazione e memorizzazione della traccia del percorso
– Possibilità di rivedere i percorsi sul PC, mantenendo la “storia”
– Possibilità di scaricare la traccia su file
– Possibilità, per altre persone che possiedano le credenziali di accesso, di “seguire” il percorso “dal vivo”.

Potete leggere alcune interessanti considerazioni (e anche dubbi) di Paolo Montevecchi, esperto di “GPS e cartografia digitale”. Clicca: http://www.cai-imola.it/georesq-considerazioni/